Baci, abbracci e salmonelle

L’esplosione della moda dell’allevamento domestico di pollame negli USA non mostra alcun segno di rallentamento; migliaia di novelli coloni urbani cercano di ricreare nelle loro case e nei loro giardini un micro-ambiente rurale nel quale possono procurarsi uova e carni fresche oppure godersi la compagnia dei loro amati animali“.

Neonato-con-pulicini

Ma la diffusione di questa moda ha creato qualche problema. In un recente rapporto dei Centers for Disease Control (CDC) è stato dimostrato che la convivenza con i polli, ma anche con anatre, pulcini e anatroccoli, ha portato ad un sensibile aumento delle infezioni umane da salmonella.

I CDC, insieme all’United States Department of Agriculture Animal and Plant Health Inspection Service (USDA-APHIS), infatti, stanno collaborando con le autorità di sanità pubblica, veterinaria e dell’agricoltura di 40 stati, nelle indagini sull’origine e la diffusione di quattro focolai di infezioni da Salmonella correlate al contatto diretto con pollame vivo che a partire dal 29 giugno 2015 ha fatto registrare ben 181 segnalazioni di casi Salmonellosi in altrettanti stati dell’Unione.

Per identificare l’origine dei focolai, gli epidemiologica hanno analizzato il profilo genetico delle Salmonelle isolate dalle persone ammalate utilizzando una tecnica chiamata “gel elettroforesi in campo pulsato” o PFGE. È stato così possibile individuare nove DNA fingerprinting, delle vere e proprie impronte digitali del DNA, corrispondenti ad altrettanti ceppi epidemici.

Nel corso dell’indagine epidemiologica e stato possibile intervistare 95 persone ammalate a cui sono state rivolte una serie di domande utili per indirizzare le ricerche sull’origine dell’infezione.

Quando è stato loro chiesto se durante la settimana prima di ammalarsi erano venuti a contatto diretto con animali o se avevano consumato alimenti di origine animale, ben 82 di loro – l’86% del totale – ha affermato di aver avuto contatti ravvicinati con pollame vivo (polli, anatre, pulcini e anatroccoli) che detenevano per produrre in proprio uova e carne, oppure che possedevano semplicemente come animali da compagnia.

Molte di queste persone hanno inoltre riferito che il loro pollame gira normalmente per casa e hanno anche ammesso di essere soliti baciare e coccolare i loro pennuti.

Fortunatamente ben sessantaquattro di loro avevano conservato le ricevute di acquisto avvenuto presso 17 negozi di animali e consorzi agrari sparsi in diversi stati. Per le autorità è stato così possibile risalire agli incubatoi che rifornivano i punti vendita dei pulcini o degli anatroccoli ed estendere le ricerche anche in questi punti. Sebbene se le indagini siano ancora in corso,i risultati delle analisi fin’ora ottenuti fanno ritenere molto probabile che l’infezione sia partita da questi siti.

Per proteggere la popolazione, il CDC, ha quindi diffuso un comunicato in cui fornisce le istruzioni per evitare i comportamenti che aumentano il rischio di contrarre una infezione da salmonella dai propri animali.

Queste sono:

– Lavarsi le mani accuratamente con sapone e acqua dopo aver toccato pollame vivo o qualsiasi altra cosa si trovi nell’ambiente in cui vivono e vagano. Gli adulti devono sorvegliare il corretto lavaggio delle mani dei i bambini.

– Se acqua e sapone non sono facilmente disponibili, utilizzare un disinfettante per le mani finché non si e in grado di lavare accuratamente le mani con acqua e sapone.

– Non lasciare che il pollame vivo vaghi all’interno della casa, nei bagni, e soprattutto in cucina o in qualsiasi altra zona della casa in cui si preparano, servono, o conservano cibo e bevande compresi i patii all’aperto.

– I bambini di età inferiore ai cinque anni, gli adulti di età superiore ai di 65 anni, e le persone con sistema immunitario indebolito non devono maneggiare o toccare pulcini, anatroccoli, o altri volatili vivi. Le persone appartenenti a queste categorie hanno più probabilità di contrarre la malattia in seguito ad un’infezione da salmonella.

– Non si devono coccolare o baciare gli uccelli, toccarsi la bocca, o mangiare o bere mentre è in giro del pollame vivo.

– Le operazioni di pulizia apparati e materiali utilizzati per il pollame, come gabbie e abbeveratoi, devono essere fatte all’esterno della casa.

Queste raccomandazioni sono molto importanti e si devono applicare a tutto il pollame vivo, a prescindere dall’età dei volatili e dal periodo intercorso dal loro acquisto.

Ulteriori raccomandazioni sono fornite anche ai produttori di pulcini e ai rivenditori nel testo completo del comunicato Advice to Backyard Flock Owners, ma una raccomandazione deve essere tenuta presente in particolare: Non si devono baciare o coccolare gli uccelli!

È un’abitudine pericolosa per la salute e non è affatto gradita a degli animali il cui corredo comportamentale innato non prevede effusioni di questo tipo. Tanto meno con dei grossi animali che non appartengono alla loro specie.