Etichètto: l’etichetta trasparente di Coralis. Eleonora Graffione a #etiche2015

Perché non pensiamo di dare strumenti chiari e precisi ai nostri clienti informandoli sui loro acquisti?” vorrei partire da questa dichiarazione di Eleonora Graffione, presidente Consorzio Coralis (37 soci e 700 punti vendita di proprietà).

Il presupposto del Consorzio Coralis è “ricreare un ambiente dove si torna a parlare al cliente. Quindi alla tipicità dei mercati rionali di una volta dove i commercianti erano comunicatori di contenuti prima ancora che essere venditori” spiega il Presidente.

eleonora graffione3

Clicca sull’immagine per visionare il video “Made in Italy o Italian made?”: intervista ad Eleonora Graffione, Pres. Gruppo Distributivo Coralis

Chi di voi consumatori ha già notato l’adesivo di Etichètto sui prodotti che ha acquistato?

Etichètto è un nuovo modo, immediato e riconoscibile, di identificare i prodotti che assicurano la salubrità di ciò che mangiamo e che ci permettono di risalire tutta la filiera. Etichètto è un programma etico, uno strumento per ridare trasparenza alle origini e alla lavorazione dei prodotti di cui ci nutriamo. Etichètto non sostituisce la marca del produttore, ma la integra, attestandone le qualità, i tracciati ed i percorsi.

Non è una forma di marca privata del distributore, ma si configura come una super label che fa della trasparenza e della garanzia etica i propri principali valori, senza sminuire il ruolo dei produttori, ma esaltandone, quando reali, le migliori caratteristiche. E’ alleanza con tutte le parti: coltivatori, produttori, clienti.

Etichètto è una clear label, un’etichetta trasparente, dove con trasparente s’intende esaustiva, facile da leggere, ricca di informazioni.

E’ la prima social label, cioè un’etichetta al servizio delle persone che non necessita di vestire i panni di un marchio autonomo, in sostituzione a quello del produttore, perché la sua forza risiede in contenuti riconosciuti come garanti della qualità e della salubrità dei prodotti che la esibiscono.

Con Etichètto le persone sanno esattamente cosa comprano, ne conoscono le caratteristiche fondamentali, sono consapevoli dell’acquisto sono in grado di valutare correttamente il rapporto qualità-prezzo.

A partire dal 2016 verrà lanciato su larga scala Etichètto, un progetto che è nato un anno fa, testato nei mesi estivi e già presente sui prodotti del consorzio Coralis.

Ma per avere il sigillo Etichètto l’articolo alimentare deve essere nato e prodotto in Italia.

Coralis organizza eventi in store per istruire il consumatore alla lettura dell’etichetta e le sue caratteristiche, allo stesso tempo l’informazione è fornita da tutto il personale Coralis (dal cassiere al banconiere) perché gli addetti Coralis hanno i requisiti di conoscenza approfonditi, ma soprattutto non sono semplici prestatori d’opera perché sono parte vera e attiva del mercato.

Cos’è cambiato da quando è stato introdotto Etichètto?

“E’ cambiato l’atteggiamento dell’imprenditore, siamo riusciti a far spostare l’attenzione dell’imprenditore sul contenuto e non sul prezzo. E quindi rendere più consapevole l’imprenditore dei suoi acquisti, non più condizionato dalla ricerca del centesimo di sconto e dalla promozione, ma attento alla qualità delle materie prime e della produzione” conclude Eleonora Graffione e “Noi di Coralis siamo un Consorzio di imprenditori Italiani, grandi imprese di piccola dimensione, a prevalente impostazione familiare, che opera nel settore distributivo attraverso una rete multicanale: centri di distribuzione, negozi e supermercati al dettaglio, per lo più di vicinato, strutture cash&carry e ingrossi”.

ELEONORA GRAFFIONE SARA’ TRA I PROTAGONISTI DELLA TAVOLA ROTONDA DI #ETICHE2015